Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
loquace.over-blog.com

loquace.over-blog.com

L'Aquila è Roma: ovunque sia l'Aquila, si può dire che Roma sia presente.

As Roma, De Sanctis torna a Trigoria come team manager e la Sud gli dà il benvenuto

Il saluto romanista al ritorno di De Sanctis

Il saluto romanista al ritorno di De Sanctis

Insulti e minacce dagli ultras Roma per Morgan De Sanctis

“Punti il dito, firmi il verbale… Morgan De Sanctis lurido maiale”, e poi “Morgan De Sanctis spione infame”, frasi inequivocabili scritte sui muri della Capitale e firmate “Roma”. Questo il “benvenuto” dato all’ex portiere abruzzese dell’As Roma, tornato a Trigoria dopo l’esperienza monegasca per ricoprire il delicato ruolo di team manager.

Ma perchè tanto astio nei confronti di De Sanctis, che tra l’altro ha lasciato un buon ricordo, sportivamente parlando? Con tutta probabilità il rancore mai sopito discende da una vicenda di alcune stagioni fa. Era il 19 marzo 2015 e all’Olimpico si giocavano gli ottavi di finale di Europa League. Una partita rovinosa, ce la ricordiamo tutti, con la Fiorentina di Salah che stava conducendo per 3 reti a 0.

Tutto ad un tratto la contestazione inscenata dalla curva Sud con Totti, De Rossi ed appunto De Sanctis costretti ad andare sotto il settore, dove volarono parole pesanti. La Procura aprì un’inchiesta affidata alla Digos romana, indagine in cui Totti e De Rossi rilasciarono dichiarazioni decisamente morbide (per la Polizia furono spinti solo dalla volontà di sminuire l’accaduto giungendo persino, come nel caso di De Rossi, a negare l’evidenza). De Sanctis, invece, affermò che “mi hanno gridato più volte “napoletano di m…” e “mercenario”… io mi sono sentito ovviamenteintimorito”, rilasciando al tempo stesso dichiarazioni puntuali e veritiere.

Questo non è andato giù a qualcuno dotato di buona memoria, che ha tenuto a precisarlo vergandolo con lo spray su un muro di Roma.

Fonte: lultimaribattuta.it

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post