Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
loquace.over-blog.com

loquace.over-blog.com

L'Aquila è Roma: ovunque sia l'Aquila, si può dire che Roma sia presente.

KEITA: NOVELLA SORA CAMILLA?

La “sora Keitilla”, tutti lo vonno ma nissuno se lo pija

La “sora Keitilla”, tutti lo vonno ma nissuno se lo pija

A parte le battute cominciamo con una premessa decisiva. Il suo futuro alla Lazio è giunto agli sgoccioli. Possibilità che possa rinnovare passate da remote a nulle nel giro delle ultime settimane. Il rapporto tra società e Calenda è paragonabile a quello tra Orazi e Curiazi con un'unica differenza quella odierna non è una leggenda ma vera e propria realtà. I fatti sono noti: il calciatore, grazie soprattutto al suo agente, ha una "cotta" per la Juventus. Marotta e company, però, non hanno alcuna intenzione di spendere e spandere per il talento senegalese. Lotito è interessato solo a vendere al miglior offerente, che dal suo punto di vista significa: colui che si avvicina maggiormente alla cifra di 30 milioni. Le tre posizioni al momento sono molto distanti e non c'è verso che si veda la luce se qualcuno non deciderà di fare il primo passo. Sinceramente escludiamo che possa essere Lotito. Altra certezza: il giocatore prima della Supercoppa non si muoverà da Roma. Nel frattempo all'orizzonte spunta il Napoli, che va a far compagnia all'Inter che già da qualche settimana si era messa alla finestra a sfogliare i petali di una margherita: offro o non offro? Per il momento nessuna offerta reale dalla Milano nerazzurra. Mentre si vocifera di 22 milioni messi sul piatto dai partenopei. Ora vediamo che scenari si profilerebbero per Keita nelle tre pretendenti. Alla Juventus in avanti non sono pochi, anzi. L'idea è che la Juventus voglia accaparrarsi Keita senza troppo impegno. Magari per realizzare un bel colpo di mercato con sicura plusvalenza. Anche perchè tra Higuain, Mandzukic, Dybala, Cuadrado, BernardeschiDouglas Costa e Pjaca rischierebbe di vedere la panchina con straodinaria costanza. La grande autostima del giocatore non può bastare a giustificare la scelta. La panca sarà una certezza. All'Inter sicuramente avrebbe maggiore spazio diventando di fatto la prima alternativa a Perisic, Icardi e Candreva. Anche se i nerazzurri quest'anno non giocheranno in Europa e questo non ne alimenta di certo l'appeal. Poi c'è il Napoli. Ha l'Europa, anche se è da vedere se Champions o meno. Ma anche qui Keita non avrebbe il ruolo da titolare ma come alternativa a Insigne avrebbe parecchie possibilità di giocare con una certa costanza. A nostro avviso la scelta più logica sarebbe stata il nuovo Milan. Ma oramai quel treno è passato e non torna più. In ogni caso per Keita si prospetta un futuro in panchina, però remunerato alla grande. Dopo ferragosto vedremo dove andrà la sora Keitilla... 

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post